RIETI DA SCOPRIRE - Visite guidate, programmi legati ad eventi, itinerari tematici in provincia di Rieti e in Sabina
  •  Servizi
    Rieti Sotterranea
  •  Alla scoperta del Centro d'Italia
  •  Rieti Città degli Angeli
Rieti da scoprire - SERVIZI
 
 
 
ALLA SCOPERTA DEL CENTRO D'ITALIA

1° giorno
Stauta della Lira - Rieti Centro d'ItaliaArrivo a Rieti per il pranzo. Sistemazione in hotel. Nel primo pomeriggio visita guidata della città di Rieti alla scoperta dei monumenti più significativi quali la Cattedrale di Santa Maria con la sottostante cripta, il Teatro Flavio Vespasiano, gioiello ottocentesco della città, piazza San Rufo considerata l'ombelico d'Italia e la Via Roma, l'antica Via Salaria, con i suoi bei palazzi patrizi tra cui spicca Palazzo Vecchiarelli disegnato dall'architetto Carlo Maderno. Proseguimento della visita nella Rieti Sotterranea che custodisce i resti del viadotto romano fatto costruire per evitare l’impaludamento della via Salaria, l’antica via del sale. Questo poderoso manufatto permetteva alla consolare di entrare in città, assumendo così un ruolo d’estrema importanza per la Reate romana che necessitava di un diretto collegamento con L’Urbe. La struttura rintracciabile nei sotterranei di alcune nobili dimore è formata da grandiosi fornici di calcare a sostegno del piano stradale. Proseguimento della visita presso il Museo Archeologico dei Sabini dove si potranno ammirare antichi reperti, per meglio conoscere, la vita, la morte, gli dei, gli usi, i costumi, le tradizioni di questo antico popolo. Cena e pernottamento in hotel.

2° giorno
Dopo la prima colazione partenza per il santuario di Greccio, dove il poverello di Assisi nella notte di Natale del 1223 realizzò il primo presepe vivente della storia riproponendo la natività di Betlemme. Visita del santuario e sosta davanti alla Sacra Grotta. Sguardo panoramico della sottostante Valle Santa, una delle più interessanti d'Europa per la sua particolare architettura del paesaggio. Proseguimento verso il santuario di Fonte Colombo meglio conosciuto come "Sinai Francescano" perché il Santo scrisse in questo luogo la regola definitiva dell'Ordine ratificata con bolla papale da Papa Onorio III°. Pranzo in trattoria per la degustazione di piatti tipici della gastronomia locale. Nel primo pomeriggio escursione sul Monte Terminillo dove potrà essere ammirato il tempio di San Francesco, unica chiesa al mondo dedicata al Santo di Assisi a 1700 metri, che conserva una reliquia. Passeggiata in Località Pian De Valli. Rientro a Rieti. Cena e pernottamento.

top

3° giorno
Dopo la prima colazione partenza per Borgo San Pietro. Sosta sulla diga del Salto per ammirare il lago artificiale formatosi dopo la sbarramento del fiume Salto. L’invaso creato nell’ambito della politica di sufficienza idroelettrica portata avanti dal regime negli anni Trenta, costituisce uno dei laghi artificiali più estesi della nostra penisola, una riserva d’acqua significativa capace di produrre un’enorme quantità di energia e di attrarre un numero sempre maggiore di visitatori. Proseguimento per il santuario di santa Filippa Mareri, prima Santa del secondo ordine francescano che ebbe l’opportunità di accogliere, presso il vecchio monastero, San Francesco che percorreva la valle nei suoi viaggi verso Subiaco. Visita della cappella duecentesca che conserva le spoglie della baronessa Santa. Salvata dalle acque del lago, la cappella è stata ricostruita all’interno del nuovo edificio. La visita proseguirà presso il Museo del monastero che conserva interessanti reperti dell’antica struttura salvati dalle monache prima della formazione del lago. Tra questi: architravi, grate, comunichini in pietra, portali in legno, ed alcuni dipinti del maestro De Chirico. Passeggiata a Petrella Salto borgo di grande interesse che conserva i ruderi della rocca dei Cenci dove si consumò l’assassinio di Francesco padre di Beatrice eroina romantica divenuta dopo la decollazione simbolo d’innocenza offesa, violata dal potere paterno e politico. Pranzo in loco per la degustazione di alcuni piatti della gastronomia locale. Nel pomeriggio partenza per la vista dell’imperiale abbazia di Farfa, centro monastico e faro culturale del Medievo europeo. Potentissima durante il periodo carolingio, venne visitata da Carlo Magno che vi sostò alcune settimane prima di essere incoronato a Roma. Visita e passeggiata per il borgo alla scoperta delle botteghe artigiane specializzate nella lavorazione dei tessuti al telaio. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

4° giorno
Partenza per il paese di Cittaducale. Fondata nel 1309 dal Re Carlo II d’Angiò, venne chiamata Cittaducale in onore all’erede al trono del reame di Napoli, Roberto duca di Calabria.. Fedelissima agli Angioini e poi agli Aragonesi, ebbe da quest’ultimi il privilegio di battere moneta. Sostenne continue lotte contro Rieti assolvendo così alla sua funzione di guardia avanzata sui confini del regno. Fu turbata nel Cinquecento da aspre lotte tra casate rivali che cessarono quando l’imperatore Carlo V la concesse in feudo alla figlia Margherita d’Austria moglie del duca Ottavio Farnese. Molti edifici hanno aspetto medievale e molti altri sono stati rimodernati nel secoli successivi. Il paese è dominato dalla torre angioina e sulla piazza del Popolo si trovano i maggiori monumenti quali le chiese di Santa Maria e di Sant’Agostino affiancate dalle torri campanarie a tre e due piani di bifore. Oltrepassata Cittaducale, la via Salaria discende costeggiando la verdissima pianura di san Vittorino attraversata dal Velino e dal Peschiera incontrando le terme di Cotilia già famose nell’antichità per essere predilette dall’imperatore Flavio Vespasiano. Passeggiata nella zona archeologica. Proseguimento per Antrodoco e visita della chiesa romanica di santa Maria extra moenia. L’interno a tre navate è istoriato da affreschi dei secoli XIII, XIV e XV tra i quali spicca un “Sposalizio di Santa Caterina di Alessandria” di pregevole fattura. Sull’altare maggiore una “Pietà” quattrocentesca in terracotta policromata, opera di artisti abruzzesi. Al termine della visita partenza per Amatrice nota per la ricetta degli spaghetti all’amatriciana.
Pranzo in loco. Nel primo pomeriggio passeggiata guidata alla scoperta del centro abitato.

top

5° giorno
Visita del santuario della Foresta dove San Francesco scrisse il "Cantico delle Creature" e dove realizzò il miracolo della vigna. Proseguimento per il santuario di Poggio Bustone, il paesino della buona gente. San Francesco arrivando in loco per la prima volta nel 1208 salutò gli abitanti con il famoso "Buongiorno buona gente".
Più tardi presso la chiesina di San Giacomo gli apparve il Signore comunicandogli che i suoi frati novelli apostoli si sarebbero moltiplicati e nella contemplazione divina gli vennero rimessi tutti i peccati. Proseguimento per il paesino di Labro, borgo medievale estremamente interessante, che si affaccia sul lago di Piediluco. Passeggiata per gli stretti vicoli alla scoperta degli angoli più suggestivi per ammirare
il paesaggio sottostante. Pranzo in loco. Nel pomeriggio visita della Cascata delle Marmore. Al termine dell’escursione partenza per i luoghi di origine.

Costi:
Hotel 1° categoria, quattro stelle, €. 65,00 pensione completa p.p., €. 50,00 mezza pensione p.p. Supplemento singola € 15 euro per notte. Acqua e vino inclusi ai pasti. Una gratuità ogni 25 paganti con sistemazione in camera singola.

Hotel 2° categoria € 40,00 mezza pensione p.p., € 45,00 pensione completa p.p. con sistemazione in camera doppia. Supplemento camera singola € 8,00 p.p. per notte. Acqua e vino inclusi ai pasti. Una gratuità ogni 25 paganti con sistemazione in camera singola.

Ingresso Città sotterranea + Museo Archeologico € 5,00 p.p.
Pranzo in trattoria tipica € 25.00 p.p. Una gratuità ogni 25 paganti
Pranzo a Borgo S. Pietro € 22,00 p.p. “ “ “ “ “
Ingresso Abbazia € 4,50 p.p.
Pranzo ad Amatrice € 25.00 p.p. Una gratuità ogni 25 paganti
Pranzo a Piediluco € 23,00 p.p.
Ingresso Cascata delle Marmore € 5.00 p.p.
Guida turistica intera giornata € 200,00
Guida turistica mezza giornata € 130,00

Prestazione esente IVA art 10 dpr 633/72 punto 22

Per informazioni sul programma rivolgersi a:
"Rieti da Scoprire" Rita Giovannelli, cell. 347-7279591, tel/fax 0746-296949, email: rietidascoprire@vodafone.it

 
 
 
Rieti Centro d'Italia
Rieti Centro d'Italia
Rieti Centro d'Italia
Rieti Centro d'Italia
 
Rieti Centro d'Italia
Rieti Centro d'Italia
Rieti Centro d'Italia
Rieti Centro d'Italia
 
 
Realizzazione siti internet